lunedì 17 settembre 2018

Apofruit, appuntamento per conoscere la mela Regal'You®

San Pietro in Vincoli (Ra), 18 settembre 2018

I risultati della sperimentazione relativa alla coltura della mela Regal'You®, di cui Apofruit detiene l’esclusiva per l’Italia, saranno presentati a tutti i produttori  interessati, soci e non, martedì 18 settembre alle 9.00 nello stabilimento Apofruit di San Pietro in Vincoli (Ra).

Durante l'incontro saranno forniti dati interessanti, sia in merito alle caratteristiche del prodotto - resistenza alla ticchiolatura, buona resa produttiva, alta percentuale di frutti di prima qualità, elevato grado brix già in raccolta, forma, colore e gusto immediatamente riconoscibili, ottima conservabilità - che al suo gradimento sul mercato.

Spiega il direttore tecnico della cooperativa Andrea Grassi: "Tireremo le fila di questo importante progetto che interviene nel grande mercato delle mele con una varietà ottima da consumare e facile da produrre. Un prodotto che si distingue nettamente dagli standard attuali ed è ideale per il mercato”. “Si tratta - evidenzia Grassi - di una varietà contraddistinta da un brand europeo che, oltre all’esclusiva italiana detenuta da Apofruit, è in produzione in Spagna e in Francia per i mercati europei e dell’Emisfero Sud”.

La mela Regal'You® è giunta a maturazione e la raccolta consentirà ai partecipanti all’iniziativa, che già in passato avevano visitato le piante in campo, di assaggiarla. “Illustreremo anche i dati tecnici-colturali raccolti fino ad oggi" annuncia Grassi.

Seguirà la visita su un campo semi commerciale, realizzato circa sei anni fa, e su un campione degli oltre 20 ettari messi a dimora da circa due anni. “La sperimentazione - aggiunge il direttore tecnico di Apofruit - è iniziata a San Pietro in Vincoli sul suddetto campo semi commerciale, la realizzazione degli impianti produttivi si è poi allargata ad altri territori. I risultati ci confermano la positività del progetto e l’opportunità di allargarlo, tanto più che alcune grandi strutture di commercializzazione hanno già espresso il proprio interesse”.