venerdì 8 novembre 2019

Pink Lady Day: quest’anno due le giornate di Apofruit dedicate alla mela con bollino a forma di cuore

Quest’anno Apofruit Italia ha organizzato un doppio Pink Lady Day per far conoscere e promuovere la nota mela dal colore rosato, proprio nei giorni che segnano l’inizio della raccolta. Questa edizione si è sdoppiata con un primo incontro nello stabilimento S.F.T. di Romagnano in provincia di Trento e un secondo nella sede centrale di Apofruit a Cesena.

Pink Lady Day Trento (5 novembre 2019)

L’iniziativa, tenutasi nello stabilimento S.F.T. (Società Frutticoltori Trento) di Romagnano (TN), partner di riferimento per Apofruit nella produzione di mele, ha coinvolto i produttori locali e due classi di due istituti superiori di Trento (l’Istituto San Michele e l’Istituto Arcivescovile). A dirigere i lavori: Riccardo Forti, Presidente S.F.T., Ilenio Bastoni, Direttore Generale del Gruppo Apofruit e Roberto Stanchina, assessore all’Agricoltura del Comune di Trento. Durante l’incontro è stato posto l’accento su caratteristiche, numeri, valore e importanza del progetto Pink Lady: un programma inclusivo che accomuna l’impegno di tutti gli attori della filiera. Particolare attenzione si è rivolta alle produzioni biologiche in aumento e incentivate su questo territorio negli ultimi anni.

Pink Lady Day Cesena (7 novembre 2019)

A Cesena il Pink Lady Day si è mosso su un preciso intento formativo coinvolgendo gli studenti di una classe quinta dell’Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Garibaldi/Da Vinci di Cesena. Al mattino in aula, presso lo stabilimento Apofruit di Cesena, il Direttore Tecnico Apofruit Italia Andrea Grassi, ha illustrato agli studenti il “Progetto Pink Lady”, evidenziandone l’obiettivo di conciliare ritorno economico costante nel tempo, progresso sociale, protezione dell’ambiente e produzione d’eccellenza nei paesi di provenienza: Italia, Francia e Spagna. Dopo la parte introduttiva, gli studenti sono stati guidati all’interno del magazzino dove hanno potuto vedere con i propri occhi il percorso che le mele Pink Lady fanno al suo interno tra conferimento, stoccaggio, calibratura, confezionamento e spedizione. I ragazzi hanno poi trascorso il resto della mattinata in compagnia di Marco Brigliadori, Responsabile Tecnico Apofruit, presso l’azienda agricola “Davide Marconi e Monica Baroncini” (azienda associata Apofruit), dove hanno assistito alle fasi di raccolta e hanno avuto un confronto diretto con l’imprenditore agricolo Davide Marconi.  

Apofruit Italia fa parte dall'associazione Pink Lady Europe, con 180 soci produttori coltivatori di Pink Lady.